Blue Flower

COMUNICATO STAMPA dell'Associazione "Territorio Svizzero senza grandi predatori"

Berna, 9 dicembre 2016 - La recente fondazione di un’Associazione della Svizzera Centrale per la protezione del bestiame e della selvaggina dai grandi predatori (VSvGZ) dimostra che vi sono sempre più voci che si levano contro il propagarsi di questi animali selvaggi. Questa nuova Associazione – fondata il 18 novembre u.s. a Rothenthurm alla presenza di circa 580 persone – riunisce rappresentanti dei Cantoni di Uri, Svitto, Obwaldo, Nidwaldo, Lucerna e Zugo ed è la prova del malcontento che aumenta, specialmente nei confronti della politica federale in materia.

Purtroppo si costata che la Confederazione non prende sufficientemente in considerazione le richieste espresse dalle popolazioni di riferimento. L’attuale revisione della Legge federale sulla caccia, la cui consultazione si è terminata a fine novembre, certamente non permetterà di regolare la problematica. L’Associazione Svizzera per un Territorio senza Grandi Predatori si è pronunciata negativamente nell’ambito di questa consultazione; poiché questo progetto federale non permette di limitare la diffusione dei grandi predatori in Svizzera.

La nostra Associazione propone, in effetti, che sia affidata ai cantoni la competenza per regolare la problematica e di elaborare un concetto specifico. Devono poter definire essi stessi gli spazi nei quali la presenza dei grandi predatori è possibile e auspicabile. Dal nostro punto di vista, le zone abitate, come le aree destinate all’agricoltura e al turismo devono essere mantenute libere dalla presenza dei grandi predatori. Un tale concetto permetterà ai cantoni di avere uno strumento appropriato per gestire il loro territorio, nel rispetto delle realtà locali.

Il Consiglio agli Stati discuterà prossimamente, per una seconda volta, l’iniziativa cantonale vallesana “Lupo, la festa è finita”. Dopo che il Consiglio Nazionale ha chiaramente accettato questa iniziativa, il Consiglio agli Stati ha la possibilità di prendere in considerazione le domande e gli auspici formulati dalle popolazioni che sono coinvolte nella problematica. Accettando questa iniziativa, sarà possibile uscire dalla Convenzione di Berna e di creare le condizioni necessarie per gestire la presenza dei grandi predatori.

Informazioni di contatto:

• Georges Schnydrig, Co-Presidente dell'Associazione "Territorio Svizzero senza grandi predatori". Tel. 078 736 62 58

• Germano Mattei, Co-Presidente dell'Associazione "Territorio Svizzero senza grandi predatori". Tel. 079 428 40 59

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Visite agli articoli
336733