Blue Flower

La Commissione dell’ambiente, della pianificazione del territorio e dell’energia del Consiglio degli Stati è favorevole a una modifica della legge sulla caccia affinché il lupo possa essere cacciato.

Questa misura si spinge ben oltre la moderata regolazione delle popolazioni di lupi decisa l’anno scorso dal Parlamento. Con 6 voti contro 4 e 2 astensioni, la Commissione propone alla propria Camera di accogliere la mozione Imoberdorf (Rieder) 14.3570 «Inserire il lupo tra le specie cacciabili».

La mozione incarica il Consiglio federale di presentare una modifica della legge sulla caccia che permetta di cacciare il lupo durante l’intero arco dell’anno. La Commissione ha ribadito che le preoccupazioni dei Cantoni di montagna concernenti la problematica del lupo vanno prese sul serio.

Palazzo federale

Fondamentalmente ritiene che, per quanto concerne i singoli abbattimenti, ai Cantoni vadano attribuite maggiori competenze rispetto a quanto prevede attualmente la legge. La maggioranza dalla Commissione vuole tuttavia fare un ulteriore passo avanti e dare un segnale accogliendo la mozione.

Essa ritiene infatti che l’attuale modello di misure volte a prevenire i danni (protezione del bestiame) e ad abbattere i singoli esemplari problematici e in presenza di popolazioni regionali elevate non sia sufficiente. L’incremento del numero di lupi deve essere frenato intervenendo in modo efficace sulla loro popolazione come dimostrano le esperienze fatte in diversi Paesi d’Europa.

La maggioranza della Commissione è consapevole che promuovendo la caccia di questo animale si spinge ben oltre il quadro normativo deciso l’anno scorso con l’adozione della mozione Engler 14.3151.

La caccia non è affatto conciliabile con la permanenza nella Convenzione di Berna che classifica il lupo quale specie faunistica «assolutamente protetta». La minoranza della Commissione respinge la mozione e ricorda anche la soluzione equilibrata trovata dalle Camere accogliendo la mozione Engler, che tenta di conciliare le aspettative della popolazione di montagna con le esigenze legate alla protezione del lupo.

Sempre secondo la minoranza della Commissione, il solo fatto che la protezione del lupo in Svizzera sia garantita nella Costituzione come anche nella Convenzione di Berna escluderebbe già di per sé la caccia.

Sempre su questo tema, la Commissione propone, con 10 voti contro 2, di non dare seguito all’iniziativa del Cantone Vallese 14.320 «Lupo. La festa è finita!». L’iniziativa chiede al Parlamento di procedere a una modifica legislativa che collima con la richiesta della mozione. La Commissione ritiene che, vista l’adozione delle mozione, il Parlamento non dovrebbe legiferare in materia.

Visite agli articoli
356401