Blue Flower

Testo depositato: In considerazione del crescente problema rappresentato dal lupo in Svizzera, soprattutto nell'arco alpino, vorrei sapere dal Consiglio federale a quanto ammontano i costi annui della Strategia Lupo per i contribuenti. Andranno illustrati anche i costi indiretti, dovuti al reinserimento del lupo in Svizzera.Il Consiglio federale condivide la mia opinione che questi costi sono spropositati?

Interpellanza di Oskar Freysinger in Consiglio Nazionale

Oskar Freysinger

Risposta del Consiglio federale del 18.11.2015

La gestione del lupo in Svizzera è disciplinata dalla legge federale sulla caccia (LCP; RS 922.0) e dalla relativa ordinanza federale sulla caccia (OCP; RS 922.01). Secondo l'articolo 10bis OCP, l'UFAM elabora strategie per la gestione di determinate specie animali protette, fra cui in particolare anche quella del lupo. La Strategia Lupo Svizzera costituisce un aiuto all'esecuzione della Confederazione volto a concretizzare le disposizioni della legislazione federale sulla caccia, in particolare per quanto concerne

  • (a) la protezione e il monitoraggio della popolazione della specie,
  • (b) la prevenzione di danni e di situazioni pericolose,
  • (c) la promozione di misure di prevenzione,
  • (d) la valutazione di danni e pericoli,
  • (e) il risarcimento di misure di prevenzione e di danni e
  • (f) il coordinamento internazionale e intercantonale delle misure.

I costi a carico della Confederazione sono dovuti soprattutto:

  • al monitoraggio della popolazione di lupi (in particolare le analisi genetiche dei campioni raccolti dai cantoni): in media sui 200 000 franchi l'anno;
  • alla protezione delle greggi (misure di protezione delle greggi secondo gli artt. 10ter e 10quater OSC): circa 3 milioni franchi l'anno;
  • al risarcimento di danni da predazione subiti da animali da reddito: in media attorno a 100 000 franchi l'anno.

I cantoni si fanno carico del risarcimento dei danni nella misura del 20 per cento. Inoltre, sono responsabili dell'integrazione della protezione delle greggi nella consulenza agricola e della valutazione dei danni.

Eventuali lavori supplementari sono a carico del bilancio per il personale della Confederazione e dei cantoni. Per approntare il programma di protezione delle greggi è stato previsto un posto al 50 per cento per un periodo limitato di tre anni.

Il Consiglio federale ritiene che i costi monetari attuali per la Confederazione, pari a circa 3,3 milioni di franchi, siano giustificati. A suo parere, infatti, sono necessari per attuare le disposizioni della legislazione sulla caccia in modo tale da prevenire ripercussioni insostenibili per l'agricoltura nelle zone interessate.

Visite agli articoli
335688